Lei non sa chi sono io!

A due passi dalla gelateria di Peppino.

Carissimi,
sono in Sardegna al mare, a godermi gli indubbi vantaggi della disoccupazione.
Più precisamente mi trovo al paesello di mia madre.

Siccome oggi avevo voglia di gelato, ho deciso di andare alla gelateria di Peppino. Là fanno il gelato ottimo e spesso è senza glutine.
Ho chiesto alla signora al banco se avevano dei gusti senza glutine. Lei ha guardato i gusti intorno a sé perplessa. Poi ha scosso la testa rammaricata e mi ha detto: “No, mi dispiace, oggi no. È che sono tutti contaminati per via dei coni e delle palette.”
Io: “Ma non può prenderlo il gelato dalla parte intonsa?”
Lei: “No, mi dispiace. Proprio non c’è niente.”
Io: “Pazienza, arrivederci.”
Ero già uscita dal locale, quando ho sentito dietro di me:
“Ma quella è la figlia di … . È celiaca. Chiamala.”
Insomma, mi hanno richiamata indietro e Peppino mi ha detto:
“Veramente qualcosa ci sarebbe… Questo gelato alla base di frullato di fragola. Lo serviamo in questi contenitori a parte.”
E così tutta contenta ho preso il frullato di fragola. Molto buono.

Tuttavia la cosa mi ha un po’ turbata. Anche per il senza glutine conta essere figlio di …

Saluti dalla Sardegna,
Maria Paola