C’è chi sta peggio di noi

Sta molto, ma molto peggio di noi (Suzanne Franklin, 24 anni, con il figlio Harry).

Carissimi,
quando ero nella perfida Albione ho comprato un giornale scandalistico.
Normalmente non leggo questo tipo di stampa, ma ci serviva un giornale per sederci sulla spiaggia. È così abbiamo comprato The Sun, che costava solo 25 centesimi.
Visto che c’ero, l’ho sfogliato. E ho trovato un articolo interessante…
Eccolo qua:

“Mamma allergica dà alla luce pupo di quattro chili e seicento grammi!”

“Suzanne Franklin, mamma orgogliosa del suo bebé, è talmente allergica alla maggior parte dei cibi freschi che, quando era incinta, è sopravvissuta mangiando gli hamburger di McDonalds – poi ha partorito un pupo gigante di quattro chili e seicento grammi”.

“La studentessa, 23 anni, soffre di reazioni potenzialmente letali a qualsiasi cibo: da uova, pesce, riso e latticini a TUTTI I TIPI di frutta e verdura.”

“I medici l’avevano avvertita che le reazioni del suo organismo sarebbero state ancora più serie durante la gravidanza. Le avevano anche detto che le iniezioni di antistaminico necessarie per salvarla durante un attacco avrebbero creato danni al bambino.”

“E così si è buttata sugli hamburger di McDonalds, che non le avevano mai dato reazioni allergiche. Suzanne, il cui figlio Harry ora ha quattro mesi, dice: ‘Erano l’unica cosa che potevo mangiare con tranquillità durante la gravidanza, e così sono sopravvissuta mangiando quelli’.
‘Ero preoccupata di non assumere abbastanza sostanze nutritive per me stessa e per il bambino, ma Harry ha dimostrato il contrario!’
‘Non riuscivo a crederci, quando i medici mi hanno detto quanto pesava!’
[Ma va! Dopo tutti quegli hamburger? n.d.t.]

“L’unico altro cibo che la gestante mangiava per integrare gli hamburger quotidiani erano pastasciutta in barattolo e cioccolato.”

Non si vive di soli hamburger (ma anche di pastasciutta in barattolo e cioccolato).

“Suzanne ha iniziato a soffrire di allergie all’età di due anni, quando è diventata allergica alle noci. Poi ha sviluppato allergie a molti più cibi.

Se qualcuno solo sfiora una lattuga‘, dice Suzanne, ‘e poi tocca il mio cibo, potrebbe scatenare una reazione letale.

‘Mangiare mi terrorizzava. Per settimane ho vissuto solo di pane e acqua.’
Poi Suzanne ha scoperto che i Big Mac di McDonalds non le davano reazioni allergiche e così sono diventati l’alimento principale nella sua dieta.
Dei test hanno dimostrato che il piccolo Harry ha ereditato le sue allergie.
Suzanne ha detto: ‘Speravo di no. Ma almeno non sarà allergico agli hamburger!”
(Traduzione libera da: The Sun, lunedi 25 aprile 2011, pag. 23)

Alcuni celiaci sentono talmente la mancanza degli hamburger di McDonalds, che farebbero volentieri scambio con Suzanne.
Ma pensateci bene.

La vostra,
Maria Paola